Salvataggio in corso..
Modifiche salvate
Errore salvataggio

Meet Schenker

Home / News / Meet Schenker

“Girata la boa dei 40 anni, decisi con un pizzico di follia, di rimettermi nuovamente in gioco e fondare un’azienda con la quale avrei potuto capitalizzare le esperienze tecniche e manageriali acquisite con la mia passione di sempre, il mare e le barche”…

Conosciamo Riccardo Verde, l’uomo dietro ai dissalatori Schenker, partner dell’edizione 2020 della RCSW. Come approda in un settore specifico come quello dei dissalatori per la nautica?

Nel corso della mia carriera professionale ho ricoperto ruoli manageriali in diverse aziende di livello internazionale. Girata la boa dei 40 anni, decisi con un pizzico di follia, di rimettermi nuovamente in gioco e fondare un’azienda con la quale avrei potuto capitalizzare le esperienze tecniche e manageriali acquisite con la mia passione di sempre, il mare e le barche. E’ così che nel 1998, fu fondata Schenker Watermakers che inizialmente aveva sede all’interno di un appartamento di due stanze e il sottoscritto come unico dipendente. Da quel giorno molta acqua è passata sotto i ponti così come quella prodotta dai nostri dissalatori. Oggi i dissalatori Schenker, orgogliosamente prodotti a Napoli, sono distribuiti in circa 35 paesi nel mondo.

Lei è napoletano. Al di là dell’attaccamento al territorio e alla sua passione per la vela con quale filosofia il brand Schenker sposa la RCSW?

Trovo che la filosofia da sempre trasferita in azienda abbia davvero molte analogie con il mondo delle regate di alto livello e direi che alcune tematiche aziendali risultano in perfetta simbiosi con la metodologia applicata negli sport ad alto livello, come la vela. Mi riferisco in particolare alla spinta maniacale al continuo miglioramento. Questa pulsione, unita ai continui investimenti in ricerca e sviluppo, hanno consentito all’azienda di presentare prodotti sempre innovativi, affinati nel tempo con una ricerca quasi ossessiva della perfezione.

I dissalatori Schenker sembrano realizzati apposta per le specifiche esigenze delle barche a vela da regata. Esiste una politica aziendale ben precisa in tale direzione?

È proprio così: oltre all’attenzione verso gli aspetti tecnici e tecnologici, l’azienda negli ultimi anni, ha profuso energie e investimenti verso la progettazione di dissalatori che potessero essere adatti alle imbarcazioni da crociera veloce e regata. Con questa precisa idea è nata la nuova linea ZEN: progettare da zero un dissalatore senza usare componentistica commerciale con l’obiettivo di realizzare un prodotto efficiente, compatto, poco costoso e anche esteticamente gradevole. Infatti, fino a oggi, la realizzazione dei dissalatori si è basata prevalentemente sul solo assemblaggio di componenti commerciali. Tale approccio limita la qualità del prodotto in quanto i componenti sono “adattati” ma non progettati per lo scopo preciso.

Con il dissalatore ZEN abbiamo totalmente invertito questa tendenza. Nella produzione di ZEN quasi tutto è ricavato all’interno della macchina con utilizzo veramente minimale di componentistica esterna. Il risultato si concretizza in un dissalatore innovativo, leggero e straordinariamente compatto, adatto altresì alle barche a vela da regata più esasperate. Oltretutto con un risultato estetico apprezzato da tutti.

Gio, 2 Gen 2020 © RolexCapriSailingWeek

Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie tecnici o di terze parti per facilitare la navigazione e fornire contenuti personalizzati.

Leggi di piùOk