Tre Golfi – alle 17.30 di oggi, la flotta naviga verso Capri

Regata lenta e dettata da mille difficoltà con la maggior parte della flotta ancora su Ponza. Dopo 18 ore di navigazione, con poco vento e salti continui di direzione, la Tre Golfi mette a dura prova i 97 team che si stanno confrontando sulle 150 miglia del percorso prima di tagliare il traguardo a Capri.

La partenza in notturna

Il vento debole ha rallentato la “marcia” sia dei maxi, ben 12 in regata, sia della flotta ORC e IRC, con 85 barche. Per i maxi battaglia a tre per la posizioni al vertice con Vesper PI, lo sloop con al timone l’americano Jim Swartz contendere il primato al detentore 2018 Caol Ila R, con al timone Alex Schaerer e Francesco de Angelis alla tattica e Jethou, dell’inglese Sir Peter Ogden. Regata serrata a tre sin dalla partenza con ribaltamenti continui.

Vesper

Per la flotta ORC ai vertici Endlessgame che precede, dopo aver girato Ponza, rispettivamente di 2 e 4 miglia Macchia Mediterranea e Fra Diavolo. Il resto della flotta è abbastanza compatta e racchiusa in 5 miglia intorno la grande isola pontina. Mentre gli equipaggi di barche d’epoca, impegnate nella Tre Golfi Classica, hanno appena superato Ventotene. L’arrivo della flotta della Regata Tre Golfi, a Capri, è previsto nella tarda serata.

Fabio Ratti, armatore di Kiwi  “Per noi che corriamo per  la Classica guardiamo con invidia i primi che hanno girato a Ponza mentre noi abbiamo appena superato Ventotene, ma devo dire che per la nostra classe è fantastico veleggiare in regate come la Tre Golfi”.

Maurizio Pavesi, armatore de  Le Coq Hardì  “Questa 65.ma Tre Golfi è sicuramente, tra le edizioni ultime, la regata più lenta. Poco vento durante la notte e poi una leggera brezza tra i 5/7 nodi  quando eravamo a Ventotene sino a ridosso di Ponza, ha rallentato molto la navigazione. Dopo Ponza un vento da SE di 150° ci ha consentito di aumentare la velocità sino a 10 nodi con un’andatura di bolina. Temiamo che con la pioggia prevista in serata cali anche il vento”.

Roberto Mottola di Amato, presidente CRVI e menbro equipaggio di Rosbeg “Regata molto tranquilla durante la notte, con poco vento.  Dalle prime luci del mattino, quando eravamo in vista di Ventotene si è alzato un leggero vento da circa 7 nodi, ma molto irregolare con salti continui che ci hanno costretto a virare numerose volte. In tarda mattinata la brezza è cresciuta ma sempre restando entro 8/9 nodi che però, sotto Ponza, è scemata. Cielo coperto con sole incerto ma comunque resta una bellissima regata”.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TRACKING